Un saluto alla comunità da don Egidio Deiana, nuovo parroco

Cara la mia gente del Don Bosco di Cuneo,

                        salute e bene a voi tutti.

Colgo questa opportunità che mi offre Don Mauro per farvi giungere il mio saluto fraterno. Lo faccio con gioia e tanta fiducia. Ed enorme discrezione. Tra qualche settimana sarò nella vostra comunità dei Sale, che diventerà anche la mia. Sono felice di condividere la mia vita salesiana e sacerdotale con voi. Quando ho ricevuto l’obbedienza, tra le varie riflessioni che ho fatto davanti al Signore e a Don Bosco c’era anche una richiesta: “Signore Gesù, aiutami ad allargare gli orizzonti del cuore in modo da fare spazio a tutte le persone della comunità di Cuneo con affetto benedicente”. Gesù, Maria Ausiliatrice e Don Bosco sono sempre stati i miei riferimenti nel lavoro pastorale vissuto finora: conto sul vostro aiuto per continuare fedeltà a questi riferimenti e camminare insieme per il bene della realtà giovanile e delle famiglie e soprattutto delle situazioni più forti di fragilità. Conosco un poco la realtà di Cuneo dall’epoca in cui ero delegato di Pastorale Giovanile del Piemonte (incarico che ora svolge Don Alberto, già responsabile dell’Oratorio presso di voi). Ho sempre conservato una considerazione di stima e ammirazione per la realtà salesiana di Cuneo, di cui conosco tante meravigliose e preziose vocazioni sia di Salesiani che di Figlie di Maria Ausiliatrice. Questa ammirazione un poco mi intimidisce: ma ho fiducia nella vostra comprensione e collaborazione paziente. Ringrazio Don Mauro per la guida della comunità in un periodo delicato e imprevedibile: l’ho sperimentato pure io qui ad Alessandria. Speriamo si possa ripartire con speranza e tanta carità. Intanto, mentre lo ringraziamo, lo affidiamo volentieri al Signore e a Don Bosco per la sua missione come Direttore e Parroco di una realtà attiva e variegata nella periferia Alessandrina. Non voglio annoiarvi ulteriormente e mi fermo qui. A Dio piacendo, avremo modo di conoscerci quando sarò tra voi.

Con l’affetto benedicente vi giunga il mio saluto fraterno per tutti e per ciascuno in particolare, sia Confratelli e Consorelle della Famiglia Salesiana e sia collaboratori delle varie iniziative che il Sale porta avanti per il bene di tutta la comunità cristiana e per il mondo giovanile. Sentitevi ricordati ogni giorno nella Santa Messa e nella preghiera ai nostri Santi. Arrivederci.

Don Egidio Deiana