Ucraina – “Ascoltate le voci dei bambini che muoiono!”

(ANS – Kiev) – Ad oltre due settimane dall’inizio della guerra in Ucraina, i salesiani della Visitatoria “Maria Ausiliatrice” dell’Ucraina greco-cattolica alzano la voce per difendere le vite violate dei più piccoli. Ecco la loro denuncia, unita all’appello per il sostegno internazionale e la pace:

Nessuno può nascondere o tacere che le truppe russe hanno invaso l’Ucraina e che da quindici giorni di guerra non solo si comportano in modo crudele con i civili, ma intenzionalmente uccidono dei bambini. Bombardano con missili ospedali per la maternità, asili nido e scuole. Questa non è altro che una dimostrazione della volontà di distruggere la nazione ucraina, di distruggerne il futuro.

Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, circa 80 bambini sono stati uccisi e molti sono stati feriti. Migliaia di bambini sono costretti a fuggire dai bombardamenti e a nascondersi negli scantinati abbandonati e fatiscenti, rimanendovi per giorni e giorni al freddo, senza luce e senza cibo e acqua. Migliaia di persone, inclusi bambini e ragazzi, hanno subito traumi psicologici a causa della paura della morte e della lotta per la vita.

Noi, Salesiani e Famiglia Salesiana, non possiamo tacere in questi tragici momenti che vedono l’aggressore aggredire e violare vite innocenti. Dobbiamo gridare, parlare a tutto il mondo civile di queste gesta barbare e orribili. Ascoltate le voci dei bambini che muoiono a causa dei bombardamenti! Chi li proteggerà, se non noi, che siamo stati inviati loro? Non dobbiamo avere paura di dire la verità. Il mondo e i leader mondiali devono conoscere questi orrori.

Uniamoci per proteggere i bambini, non solo nella preghiera, ma anche nell’azione concreta. Grazie a tutti per il supporto e l’aiuto. Insieme siamo forti!

Chiediamo una preghiera più intensa per i bambini e per le migliaia che hanno perso tutto. Dio, stacci vicino in questi tragici momenti. Solo con Te ci sentiamo al sicuro!