Saluto dell’Ispettore salesiano del Piemonte e Valle d’Aosta don Leonardo Mancini.

Carissimi amici e amiche,

ho appena terminato la visita canonica (noi la chiamiamo Visita ispettoriale) alla Comunità salesiana ed educativo-pastorale di Cuneo.

Ho avuto la possibilità di incontrare di persona, oltre ai miei confratelli salesiani, anche il Vescovo Piero, la comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice e alcuni tra i dipendenti dell’Opera, impegnati nell’ambito educativo e gestionale. Ho celebrato l’eucaristia in parrocchia mercoledì alle 8.30 e giovedì alle 7.00, salutando anche – a fine messa – una rappresentanza eroica, simpatica e significativa di giovani del Gruppo triennio. Mi sono infine riunito via zoom con il Consiglio della CEP, il Consiglio Pastorale Parrocchiale, l’équipe educativa e degli educatori dell’Oratorio (qui per metà in presenza),  il gruppo Triennio e il gruppo Universitari… Insomma in due giorni ho avuto la possibilità di “assaggiare” la bontà, la bellezza, la ricchezza e le tante anime dei Sale di Cuneo… e devo dire che sono rimasto contento di questi assaggi. D’altra parte si sa che i “cuneesi” sono proprio gustosi! Sono tornato a Valdocco con nel cuore il buon sapore di persone che mi sembra vogliano molto bene a Don Bosco; sappiano intessere relazioni ricche e profonde; impegnarsi generosamente nel volontariato verso tutti ed in particolare verso i poveri; sono desiderose di mettersi in dialogo con il mondo circostante; e vogliono crescere nell’essere Chiesa in uscita che si interessa non solo delle pecorelle che vengono dentro l’ovile, ma anche di quelle che nell’ovile per mille motivi non entrano.

So che viviamo in un periodo particolarmente delicato e difficile, dove siamo chiamati a riformulare, almeno temporaneamente, il nostro modo di metterci a servizio degli altri. So che in questo periodo è più complicato – perché siamo colti alla sprovvista – essere comunità cristiana che cerca di mettere in pratica il comandamento dell’amore. E nonostante ciò sono certo che quanti attualmente sono impegnati nell’opera salesiana hanno tutti i requisiti per rispondere a tante domande di aiuto che oggi, esplicitamente o implicitamente, bussano alla porta della nostra casa.

Vi ringrazio per la testimonianza che ho ricevuto e assicuro la mia preghiera per tutti voi. Naturalmente in cambio chiedo la Vostra! In comunione di preghiera

don Leonardo Mancini