Parte operazione cucina

La cucina dei Sale ha rappresentato per generazioni un centro di incontri, quanti genitori hanno “spadellato” in allegria.

E’ una piccola cucina che ad oggi non risponde alle richieste normative in materia.

Ora si è presentata la possibilità di ampliarla e di conseguenza poter attuare gli adeguamenti alle normative vigenti, che come ben sapete sono molto stringenti.

Seguendo le indicazioni dei vari uffici competenti sono stati predisposti vari interventi di muratura e di impiantistica, a questi si aggiungono la fornitura di apparecchiature da ristorazione.

E’ prevista la realizzazione di un servizio igienico da ricavarsi in una parte del locale “deposito”, i servizi esistenti saranno a disposizione del personale di cucina.

Mediante la demolizione di tramezzi e la definizione dello spazio dispensa la cucina si allargherà nel locale ex cantina raggiungendo i 30 mq di superficie disponibile. Saranno posati nuovi pavimenti con piastrelle antiscivolo e rivestimenti in ceramica h 2,00 e tutti gli impianti sottotraccia: elettrico, idrico e gas.

Un piano cottura a quattro fuochi (del tipo da ristorazione) sostituirà l’attuale piano cottura a sei fuochi per rientrare in una normativa di più facile applicazione, un nuovo forno elettrico e finalmente la lavastoviglie (quanti piatti lavati a mano!!).

La posizione delle attività prevede la preparazione e cottura dei cibi nella ex cantina, mentre nella cucina attuale il servizio di distribuzione (”inpiattamento”) e il lavaggio.

La parte più impegnativa e costosa è rappresentata dall’impianto di ricambio aria automatico e dalla realizzazione della canna di espulsione fumi che sfocia sul tetto.

Si stima che il tempo previsto per la realizzazione sia di circa un mese, salvo le difficoltà di approvvigionamento dei materiali e delle apparecchiature. L’obiettivo è quello di essere pronti per l’estate ragazzi.

La cucina potrà diventare anche sede per dei laboratori di formazione per persone in difficoltà.

Completa l’intervento la sostituzione degli aerotermi del refettorio.

La spesa prevista è di € 47.000 oltre l’iva, per una spesa complessiva di € 57.340,00.

Sono già state avanzate richieste di contributo a due fondazioni. Una, la fondazione Magnetto stanzia € 20.000,00; per un’altra siamo in attesa di risposta, il resto alla vostra generosità, in particolare dei vari gruppi che periodicamente ne fanno uso.

E’ possibile contribuire con offerta in denaro da consegnare in busta chiusa con scritto “per la cucina” oppure con bonifico bancario intestato a Oratorio Salesiano don Bosco IT86X0306909606100000112484