Maggio: Il mondo della finanza

Preghiamo perché i responsabili della finanza collaborino con i governi per regolamentare i mercati finanziari e proteggere i cittadini dai suoi pericoli.

Per chi si affaccia alle riflessioni relative all’economia e alla finanza, oggi più che mai, constata che queste sono sempre più depurate da tutte le dimensioni umanistiche e storiche, nell’illusione che, riducendo il pensiero economico a numeri, tabelle, grafici ed algoritmi semplificati, si possano formare competenze capaci di pensiero, creatività e vera innovazione. Ma proprio le istituzioni universitarie e culturali, come pure i movimenti sociali, vanno sollecitati a fornire un valido contributo, sia di riflessione sia che si tratti di prassi, capaci di radicare alle attività economiche e finanziarie un solido fondamento umanistico.