Il vescovo Piero invita sacerdoti, diaconi e religiosi alla Messa del Crisma, nel cuore della Settimana Santa

I riti pasquali quest’anno possono essere celebrati senza limitazioni, con la giusta prudenza

La Messa del Crisma, che manifesta la comunione di sacerdoti e diaconi con il proprio Vescovo a servizio dell’intero popolo di Dio, sarà celebrata, unica per Cuneo e per Fossano, giovedì santo 14 aprile alle ore 9.30 nella chiesa Cattedrale di Fossano. Cliccando qui si può leggere la lettera che il vescovo Piero ha scritto a sacerdoti, diaconi e religiosi per invitarli a partecipare.

Per la prima volta quest’anno si potrà usare in pienezza la terza edizione italiana del Messale Romano per celebrare i riti pasquali della Settimana Santa: i parroci e gli altri sacerdoti che li presiederanno si lascino guidare con cura dalle rubriche, alle pagine 117-195, seguendo le raccomandazioni generali che dal 1 aprile 2022 sostituiscono le Norme per le celebrazioni con in popolo in tempo di pandemia e adottando qualche ulteriore accorgimento in linea con quanto suggerito dalla Presidenza della Conferenza Episcopale Italiana:

  1. nella Domenica delle Palme si utilizzino i rami di ulivo o di palma come previsto dalle rubriche, ma si cerchi di evitare il passaggio dei rami di mano in mano, ad esempio predisponendoli già nei banchi o sulle sedie prima di ogni celebrazione;
  2. nella Messa vespertina Cena del Signore  del Giovedì Santo si ricordi che il rito della lavanda dei piedi è facoltativo e qualora lo si adotti è opportuno sanificare le mani ogni volta, indossando la mascherina;
  3. il Venerdì Santo per l’adorazione della Croce si seguano le indicazioni delle rubriche 18 e 19, a pagina 157 del Messale Romano, utilizzando per la riverenza alla Croce non il bacio ma una semplice genuflessione o un inchino o un altro segno adatto che non comporti il contatto fisico.