“Ero straniero e mi avete ospitato”. Benvenuti ai Sale.

Su richiesta del comune di Cuneo e della Caritas diocesana, i Sale hanno aderito all’appello di ospitare 8 braccianti agricoli nei propri locali fino al 30 settembre pv. Vivranno in quattro camere che sono sopra le sale incontro dell’oratorio. Ci sarà un accordo tra Comune e Salesiani per l’uso degli spazi con la copertura delle spese vive di ospitalità e l’accompagnamento da parte dei volontari della nostra comunità. Ci sarà la supervisione e l’assistenza degli operatori dell’infopoint, sede di registrazione ed accoglienza di tutti gli adulti in difficoltà (via Leutrum 7, Cuneo). Questo servizio vuole essere un segno di partecipazione ad un progetto condiviso tra Chiesa di Cuneo, comune di Cuneo e cooperative sociali ed associazioni. E’ un segno del volerci fare carico di chi vive in condizioni di fragilità e vulnerabilità. E’ anche della volontà di esere una comunità disponibile a mettersi in gioco con i fatti e non con le parole. Naturalmente l’ospitalità di queste persone sarà compatibile con l’attività di Estate Ragazzi secondo le normative anti Covid vigenti. Chi volesse far parte di questo gruppo di volontari dei Sale è benvenuto e contatti direttamente don Mauro.