“Ero straniero e mi avete ospitato”, benvenuti ai Sale.

Con lunedi 19 arrivano i primi 4 ospiti  inviati dall’infopoint  del comune di Cuneo. Si tratta di braccianti agricoli provenienti da Paesi dell’Africa nera, in possesso di un regolare permesso di soggiorno e di un contratto di lavoro.
Verranno a vivere ai Sale, nelle camere all’ultimo piano dell’oratorio, per il tempo della stagione lavorativa fino al 30 settembre pv. Questa ospitalità residenziale si inserisce nel piano di accoglienza che il comune di Cuneo ha elaborato con la Caritas diocesana, le cooperative sociali della città e altre associazioni. Tra Salesiani e comune di Cuneo è stato stipulato un contratto di comodato gratuito, con il quale il Comune ha a disposizione 4 camere pari a 8 posti letto e una stanza ad uso refettorio. Il Comune dà un contributo mensile all’oratorio per il rimborso delle utenze.
Si è formato un gruppo di volontari composto da adulti e giovani che hanno preparato le camere, hanno redatto un regolamento e si offrono per coltivare con gli ospiti delle relazioni finalizzate a farli sentire inseriti nella nostra realtà. Ovviamente questi braccianti non potranno e non dovranno avere contatti con l’attività dell’estate ragazzi per la tutela di tutti. Gran parte del loro tempo lo passeranno a lavorare e rientreranno in sede dopo le 18 quando i ragazzi saranno già andati a casa. Chi volesse inserirsi nel gruppo dei volontari a dare una mano (stare con loro, aiutarli nella lingua o nella comprensione dei documenti che li riguardano, organizzare momenti aggregativi di tipo sportivo e musicale, altro..) è benvenuto.