Cresime di domenica 7 febbraio

Dopo un anno d’attesa dovuto all’improvviso lockdown per emergenza covid-19, l’annata del 2006 è finalmente riuscita a concludere il suo cammino di catechismo. Al seguito dell’ultimo comunicato del vescovo, noi catechisti ci siamo ritrovati per pensare alla parte finale di questo importante percorso organizzando diversi incontri, online ed in presenza, in cui abbiamo trattato con i ragazzi dei diversi temi relativi alla cresima.

I momenti più salienti sono stati: il primo incontro in presenza dopo diversi mesi, il ritiro di domenica 31 gennaio e infine le confessioni.

Quello che ha più stupito positivamente noi catechisti è stato ritrovare i ragazzi più consapevoli, partecipi e maturi. Ci sembra proprio che il lockdown li abbia aiutati a riflettere sui valori della vita e della salute e li abbia trasformati. Li abbiamo seguiti per tre anni e più, alcuni momenti sono stati veramente faticosi, mentre altri molto gratificanti. Alla conclusione del cammino dobbiamo proprio dire che ne è valsa la pena!

All’incontro, dove i ragazzi si sono finalmente potuti rivedere, abbiamo parlato dei sette doni dello Spirito Santo e don Alberto ha presentato loro il rito della celebrazione della cresima.

Nel ritiro del 31 abbiamo presentato loro i quattro elementi della cresima. Ci sembra proprio che lo Spirito Santo si sia manifestato nella loro mente e nel loro cuore, abbia acceso con la sua luce, dissetato con la sua acqua, riscaldato col suo calore e riposato con la sua brezza. Perché poi alla fine, ne siamo convinti, al di là dei nostri sforzi e del nostro fare, è Lui che agisce in ciascuno e opera meraviglie.

Dopo il pranzo, i ragazzi hanno vissuto un bel momento di svago ritrovando finalmente la vera gioia dell’oratorio.

Toccante è stato il momento delle confessioni, in cui, aiutati dall’esame di coscienza, esaminando i doni dello Spirito, i ragazzi sono stati invitati a riflettere su ciò che occorre buttar via dai nostri cuori e quello che invece è bello ricevere in dono per vivere una vita da cristiani.

Ed infine, ce l’abbiamo fatta! Domenica scorsa i primi due gruppi hanno ricevuto questo grande sacramento, mentre gli altri due non aspettano altro che il loro momento questo weekend.