La festa di inizio anno con il beato Carlo Acutis

Grande attesa per la festa di inizio anno, accompagnati da un amico ed esempio di santità, il giovane Carlo Acutis. L’appuntamento è per Domenica 9 Ottobre presso i Salesiani di Cuneo. Di seguito il programma della giornata di festa rivolta a tutti i giovani, famiglie ed amici dell’oratorio e della parrocchia.

PROGRAMMA

10.30 – Santa Messa:
mandato per tutti i collaboratori dell’opera, venerazione della reliquia del giovane beato Carlo Acutis e a seguire inaugurazione della nuova sala musica

12.00 – Angelus in teatro:
collegamento con il Papa da Piazza San Pietro per la canonizzazione del salesiano Artemide Zatti

12.30 – RAVIOLATA!
5€: noi pensiamo ai ravioli, al resto pensi tu; porta con te anche piatto, bicchiere e posate
Prenotazioni entro mercoledì 5 ottobre in ufficio parrocchiale e oratorio

14.30 – Giochi per i bambini e i ragazzi
ritrovo dei campeggi di san Giacomo

15.00 e 18.00 – In teatro:
visione del documentario (30 minuti) su Carlo Acutis

16.30 – Tornei
per giovani, universitari e famiglie

Durante tutta la giornata sarà possibile visitare la mostra sul giovane beato Carlo Acutis situata presso i locali oratorio.

 

Il 24 del mese – Santo Rosario

Nella nostra tradizione salesiana il 24 é un giorno di appuntamento con Maria, l’Ausiliatrice dei cristiani, Colei che don Bosco ha scelto come madre e maestra per tutte le nostre case. Ci uniamo a questo fiume di preghiera che scorre in ogni angolo del mondo recitando tutti insieme il Santo Rosario nel cortile dell’oratorio alle ore 21.

Vi aspettiamo numerosi!

I 3 chierici salesiani si presentano

Anche quest’anno dallo studentato internazionale di Torino-Crocetta, giungono il sabato pomeriggio i chierici salesiani che si preparano al sacerdozio. In poche battute si presentano a noi. Lì accogliamo con un caloroso benvenuto.

Janko
Io sono Janko Belina, arrivo da Zagabria (Croazia) e sono salesiano da 6 anni. Provengo da una casa salesiana e fin da piccolo ero inserito nell’ ambiente salesiano come chierichetto e poi più tardi come animatore. Durante la formazione per gli animatori ho conosciuto meglio don Bosco e i salesiani che mi hanno affascinato con la loro presenza, profondità e semplicità a tal punto che non potevo pensare ad altro che a farmi salesiano anche io. Sono appassionato di musica e di sport in generale. Sono contentissimo di essere tornato anche questo anno ai Sale di Cuneo.

John
Mi chiamo John Phyo Thura Aung. Vengo dal Myanmar (una volta si chiamava Birmania). Ho 26 anni. Ho sentito il nome “Bosco” fin da piccolo perché proprio mio fratello si chiama così: Bosco. Ho però incontrato “don” Bosco nell’anno 2011 quando é giunto da noi il pellegrinaggio delle reliquie del santo dei giovani. Ho così pregato consegnando il desiderio di diventare un Salesiano. Ho emesso i miei primi voti religiosi nel 2015. Adesso sto studiando teologia alla Crocetta, Torino.

Giorgio
Io sono Giorgio Ramundo, di Torino, salesiano da quattro anni. Fin da piccolo mi sono avvicinato all’oratorio, e da quando ci sono entrato non ci sono più uscito! Il mio primo incontro con Don Bosco risale a circa 8 anni, quando rimasi completamente ipnotizzato dalla sua tomba a Valdocco. Da lì in poi quella vita, quella storia, ha cominciato a parlare seriamente alla mia. Sono un appassionato di calcio, di musica, dal rap al rock, e mi diletto scrivendo canzoni. Sono felicissimo di arrivare ai Sale di Cuneo, e non vedo l’ora di stare nel cortile insieme a tutti voi!

Servite Domino in laetitia!

“Dimentica la Bibbia e le pagine di Freud”

abbiamo sentito più volte cantare in radio dai Pinguini Tattici Nucleari in questa bella estate trascorsa insieme. Ok PTN, in un’estate le pagine di filosofia sullo psicanalista austriaco si possono anche un po’ scordare, ma perché dimenticare pure la Bibbia… io proprio non ce la faccio, ed è da qui che prendo questo versetto che mi è stato consegnato e che forse un po’ mi provoca al termine di quest’estate: Servite Domino in laetitia (Sal 100,2)!

Cari giovani e cara comunità di Cuneo, spero di essere stato tra voi in questi mesi come uno che ha provato a servire, con tanti difetti e con tante cose da imparare, ma cercando di mettermi tutto e mettendocela tutta in ciò che il Signore mi ha chiesto. Vi chiedo scusa se alle volte non fosse stato così, ma ho provato a dirlo, specialmente ai giovani che ho incontrato, e l’ho sperimentato davvero anche quest’estate:

“Dio esiste e il suo amore può colmare una vita”

(Cost. 62).

Spero infine che lo stile di don Bosco sia stato riconoscibile in questi mesi trascorsi insieme, anche in mezzo alle inevitabili incomprensioni del quotidiano: Servite il Signore in santa allegria perché

“qui facciam consistere la santità nello stare molto allegri”.

È quello che mi auguro di poter continuare a vivere ed è quello che auguro a voi cari ragazzi e cari tutti!

Vi ringrazio e vi ricordo tanto, ma anche voi pregate un po’ per me.

Un grande saluto

-Pietro SDB

Nuovi orari ufficio e cortile

Comunichiamo alcuni cambiamenti di orario della nostra casa:

CORTILE DELL’ORATORIO

dal lunedì al venerdì:

  • dalle 16 alle 18.45

sabato e domenica:

  • dalle 15.30 alle 18.45

UFFICIO PARROCCHIALE

dal lunedì al sabato:

  • 9.00 – 12.00 e 16.00 – 18.00

Iscrizioni al catechismo

“Tutto ebbe inizio con un semplice catechismo”

diceva don Bosco raccontando la storia della sua avventura con i giovani. Ancora oggi al centro delle proposte salesiane vi è la catechesi per l’iniziazione cristiana. Riportiamo qui di seguito i giorni di catechismo dell’anno 2022/2023 e dell’iscrizione:

  • Catechismo di 2^ elementare, ogni martedì, dall’11 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio lunedì 26 settembre tra le 16.30 e le 18.30
  • Catechismo di 3^ elementare, ogni martedì, dall’11 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio martedì 27 settembre tra le 16.30 e le 18.30
  • Catechismo di 4^ elementare, ogni mercoledì (o sabato)*, dal 12 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio mercoledì 28 settembre tra le 16.30 e le 18.30
  • Catechismo di 5^ elementare, ogni mercoledì (o sabato)*, dall’12 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio giovedì 29 settembre tra le 16.30 e le 18.30
  • Catechismo di 1^ media, ogni giovedì (o sabato)*, dal 13 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio venerdì 30 settembre tra le 16.30 e le 18.30
  • Catechismo di 2^ media, ogni giovedì (o sabato)*, dal 13 ottobre, 16.45 – 18.00
    iscrizioni in segreteria dell’oratorio venerdì 30 settembre tra le 16.30 e le 18.30

PER ISCRIVERSI:

  • scaricare QUI e compilare il modulo di iscrizione in segreteria (dopo aver letto e dato il consenso all’informativa Privacy dell’Ente – QUI)con la quota di € 15 (acquisto libri e materiale)
  • se battezzati in altra parrocchia è necessario portare il certificato di battesimo alla prima iscrizione
  • per il passaggio di catechismo da una parrocchia all’altra, è necessario un confronto previo con il parroco.

Riparte il percorso del Metodo di studio del progetto “Accorciamo le distanze”

Si riprendono ai Sale gli incontri del Metodo di studio del progetto “Accorciamo le distanze” dedicati a ragazzi/e delle elementari e medie.

Gli appuntamenti sono presso l’Oratorio salesiano, Via San Giovanni Bosco 21Cuneo.

  • 4^- 5^ elementare: 3 – 10 – 17 – 24 – 31 ottobre | dalle 17.00 alle 18.45
  • 1^-2^-3^ media: 21 – 23 – 28 – 30 settembre | dalle 14.45 alle 17.00

I corsi sono gratuiti, svolti da professionisti del nostro territorio. E’ necessario iscriversi presso l’educatore Cristian o scrivendo direttamente una mail con i propri dati all’indirizzo oratorio@salecuneo.it

Con queste proposte, avviamo ufficialmente il doposcuola del nostro oratorio. Ogni giorno gli educatori e gli animatori attendono bambini e ragazzi per un tempo di svolgimento compiti e di aggregazione in oratorio. Per le medie dalle 14.45 alle 16.30 e per le elementari dalle 17.30 alle 18.45. Gli incontri inizieranno con il mese di ottobre, previa iscrizione in oratorio, sempre facendo riferimento a Cristian.

CONTATTI:

Il progetto “Accorciamo le distanze”, che vede come ente capofila il Comitato interregionale dell’Associazione Salesiani per il Sociale di Piemonte e Valle d’Aosta e il coinvolgimento della Associazione Giovanile Salesiana per il Territorio AGS, nasce dal bisogno di riqualificare l’offerta educativa extrascolastica. In risposta agli effetti che la pandemia ha generato, sia a livello didattico che psicologico e sociale, la presente iniziativa intende implementare azioni volte alla cura e al supporto educativo ma che privilegia, allo stesso tempo, quello sociale dei ragazzi vittima del distanziamento sociale. Dunque il gioco diviene strumento formativo e di coesione sociale, che assume la funzione riabilitativa per tutti coloro che sono stati e sono ancora vittima dei recenti avvenimenti.

Ingresso del nuovo parroco

Sabato 17 settembre, durante la Santa Messa delle 18.00, sarà il nostro vescovo, Mons. Piero Delbosco, ad accogliere ufficialmente don Egidio Deiana sdb, nuovo parroco della parrocchia San Giovanni Bosco. Insieme al viceparroco don Natalino, rinnoverà le promesse del suo sacerdozio e riceverà dal vescovo l’incarico di accompagnare la comunità cristiana locale.

Le costituzioni salesiane, all’articolo 42, descrivono attività e opere, tra cui la parrocchia affidata alla congregazione:

Realizziamo la nostra missione principalmente attraverso attività e opere in cui ci è possibile promuovere l’educazione umana e cristiana dei giovani, come l’oratorio e il centro giovanile, la scuola e i centri professionali, i convitti e le case per giovani in difficoltà.
Nelle parrocchie e residenze missionarie contribuiamo alla diffusione del Vangelo e alla promozione del popolo, collaborando alla pastorale della Chiesa particolare con le ricchezze di una vocazione specifica.
Offriamo il nostro servizio pedagogico e catechistico in campo giovanile attraverso centri specializzati.
Nelle case per esercizi spirituali curiamo la formazione cristiana di gruppi, specialmente giovanili.
Ci dedichiamo inoltre ad ogni altra opera che abbia di mira la salvezza della gioventù.

25 anni di commerco equo-solidale da Don Bosco

L’Associazione Compartir Giovane nasce nel 1997 per iniziativa di alcuni giovani legati all’Oratorio con l’intento di portare avanti attività di solidarietà e di sensibilizzazione. All’interno dei locali dei Sale viene allestito uno spaccio di prodotti del commercio equo-solidale che si chiama Checevò a richiamare, da una parte, la semplicità del gesto di privilegiare i prodotti del commercio equo, dall’altra gli importanti effetti che questa scelta può avere sull’economia internazionale se compiuta da tanti cittadini.

Nel 2003 si decide di compiere un passo ulteriore, quello di affittare un locale in Corso Galileo Ferraris e di aprire un’attività commerciale vera e propria, e dal giugno di quest’anno ha una nuova sede in Via Quintino Sella 46. Alla bottega di Cuneo si aggiungono col tempo altri due punti vendita: a Dronero, la Bottega del Mondo e a Caraglio Basta Poco, entrambi portati avanti da gruppi locali.

Il 18 settembre per festeggiare i 25 anni verrà organizzata ai Sale una giornata di festa e di condivisione: EQUOSOLIDALDAY.

I festeggiamenti inizieranno alle 12.45 con il pranzo dove si potrà gustare un buonissimo e raffinato menù (vedi volantino: adulti 23 euro / bambini 10 euro) e dove verrà presentata la storia di alcuni produttori che grazie al commercio equo-solidale hanno potuto costruire una vita dignitosa e di speranza in territori dove domina la violenza, lo sfruttamento e la negazione dei diritti più elementari.

Verso le 15.00 si terrà il concerto, ad ingresso gratuito, di due gruppi musicali: ONE CROSSED e JEGO. Per tutta la giornata verrà inoltre allestita una mostra preparata dall’ Ass. Equogarantito sul commercio equo e solidale.

Vi aspettiamo numerosi… abbiamo bisogno di voi per poter continuare.

Vi raccomandiamo di prenotarvi entro il 14 settembre presso:

  • Bottega Checevò 3534398539
  • oppure Sergio 3451299813
  • oppure Seba 3395739483

-Ass. Compartir Giovane

Insediamento del nuovo Direttore dei Sale

Nella celebrazione dei vespri di domenica 28 agosto, l’ispettore don Leonardo Mancini ha insediato il nuovo direttore della nostra casa, don Thierry Dourland, già da un anno presente tra noi come incaricato dell’oratorio.
Una bella rappresentanza della comunità educativa pastorale era presente, insieme ai confratelli salesiani e alle Figlie di Maria Ausiliatrice della nostra città.

Riportiamo i 2 articoli delle Costituzioni dei Salesiani che don Leonardo ha voluto commentare:

Art. 55 Il direttore rappresenta Cristo che unisce i suoi nel servizio del Padre. È al centro della comunità, fratello tra fratelli, che riconoscono la sua responsabilità e autorità.
Suo primo compito è animare la comunità perché viva nella fedeltà alle Costituzioni e cresca nell’unità. Coordina gli sforzi di tutti tenendo conto dei diritti, doveri e capacità di ciascuno.
Ha responsabilità diretta anche verso ogni confratello: lo aiuta a realizzare la sua personale vocazione e lo sostiene nel lavoro che gli è affidato.
Estende la sua sollecitudine ai giovani e ai collaboratori, perché crescano nella corresponsabilità della missione comune.
Nelle parole, nei contatti frequenti, nelle decisioni opportune è padre, maestro e guida spirituale.

Art. 176 Il superiore di ciascuna comunità locale prende il nome di direttore.
Egli è il primo responsabile della vita religiosa, delle attività apostoliche e dell’amministrazione dei beni.
Con la collaborazione del suo Consiglio anima e governa la comunità a norma delle Costituzioni e dei Regolamenti generali.

A don Thierry l’augurio e l’affetto dell’intera comunità dei Sale nell’intraprendere questa nuova missione.