Alluvione a San Giacomo

Sabato pomeriggio 3 ottobre ci è arrivato un messaggio da parte di Luciano che ci diceva che la strada per San Giacomo per 2 Km ormai non c’era più a causa dell’alluvione per le forti piogge tra venerdì e sabato.
Rimaniamo tutti interdetti con il dubbio che 2 km di strada sono proprio tanti! Poi arrivano le conferme di altri amici dell’oratorio con le relative foto. Anche il ponte della frazione aveva una sponda non più agibile. Dato per assodato che la strada aveva subito dei danni, ci è venuto il dubbio che anche la nostra casa potesse aver subito dei danni vista la vicinanza al fiume.
Ma come fare per andare a verificare di persona? In più nella nostra casa di montagna c’era ancora l’acqua da chiudere, il gas da togliere, i cancelli di ingresso in legno da mettere nel salone, le luci esterne da portare in casa, la corrente da staccare… Avevamo organizzato di fare tutto proprio quella domenica, giorno in cui anche i ragazzi della settimana comunitaria sarebbero dovuti andare su per un’ultima giornata di gioco tra i boschi della nostra casa.
Ci rivolgiamo al comune di Entracque e ai Guardiaparco che organizzano per giovedì 8 ottobre una spedizione ovviamente a piedi, proprio scortata dai Guardiaparco. Richiesta: essere solo in due e con meno di 60 anni vista la difficoltà della salita e la pericolosità in alcuni tratti.
Con la comunità decidiamo che saremmo andati su io, don Vincenzo, chiedendo l’aiuto a Massimiliano che si era reso disponibile. Ritrovo alle 8 in punto nella sede del parco al centro faunistico “Uomini e lupi”. Non siamo soli, tre squadre hanno accompagnato noi, chi gestisce il ristorante a San Giacomo e chi aveva il campeggio. Il giorno seguente un elicottero sarebbe salito per recuperare tutti i materiali che erano ancora da portare giù. Le uniche cose che sarebbero riamaste su fino alla riapertura della strada sarebbero stati due camper e una macchina che non avevano fatto in tempo a lasciare la valle.
Pensavamo di poter salire ben di più con la macchina, ma appena superata la diga e quel che restava dell’area picnic, abbiamo dovuto fermare la macchina e procedere a piedi poiché la strada non esisteva già più.
Lo scenario cui ci siamo trovati di fronte è risultato essere decisamente peggiore rispetto a quello che ci eravamo immaginati: davvero per chilometri (anche più di due!) la strada non esisteva più e non si riusciva nemmeno a immaginare dove potesse passare! Solo massi enormi, alberi distrutti, detriti e pezzi del grosso filo della corrente tranciato in più punti. Impressionante. Abbiamo dovuto camminare per circa un’ora su ciò che rimaneva dell’alluvione, evitando l’acqua, i residui degli alberi distrutti e i massi più grandi, arrampicandoci tra un masso e l’altro. Così fino alla frazione di San Giacomo. Qui la potenza distruttiva delle acque aveva prodotto i suoi effetti peggiori: il campeggio praticamente non esisteva più, del parcheggio sotto il ristorante ormai non c’era più traccia, il ponte risultava essere l’unica cosa rimasta in piedi, ma prima e soprattutto dopo, il nulla fino alla salita che porta alla nostra casa. Guardare le foto per credere.
Fortunatamente la nostra casa non ha subito danni, abbiamo perso solo la parte di torrente che scendeva di fianco alla casa e che l’alluvione ha deviato del tutto sul letto principale. I Gesuiti invece hanno avuto come danno la distruzione della condotta che prelevava acqua dal torrente portandola a loro e al campeggio.
Aiutati dai Guardiaparco abbiamo fatto i lavori che dovevamo e dopo qualche ora siamo rientrati verso le 13 alla macchina.
Ovviamente ci vorrà del tempo per rifare la strada e sistemare i danni, ma già mentre scendevamo abbiamo incontrato le prime ruspe che iniziavano i lavori. Speriamo per la prossima primavera che si possa ritornare a san Giacomo, luogo a cui siamo tutti affezionati.

Qui sotto mettiamo le foto che abbiamo fatto in quella giornata…

Festa di inizio anno pastorale – 11 ottobre – foto della giornata

11 ottobre. I Sale di Cuneo inizia ufficialmente l’anno pastorale: tutti in cortile, muniti di mascherina ed a debita distanza,  per la celebrazione eucaristica. È bello vedersi in tanti, finalmente. Ma è anche l’occasione di un mandato. Animatori, catechisti, educatori, allenatori e maestri di musica hanno ricevuto il mandato educativo per l’anno che comincia, un mandato che fa di loro non dei semplici volontari al servizio della parrocchia o dell’oratorio, ma autentici testimoni del Cristo risorto. Ad ognuno è  stato consegnato il libretto “Nel cuore del mondo” perché sia da guida per il servizio offerto in parrocchia o in oratorio.

Al termine della celebrazione eucaristica è seguito il lancio della proposta pastorale che guiderà i cammini parrocchiali e oratoriani. #livethedream contiene le linee guida per il prossimo triennio, incentrate sul sogno dei nove anni di Giovannino Bosco, con un invito ad immergerci nel cuore del mondo per esserne luce, sale e lievito. Ai ragazzi, ai giovani e agli adulti è  rivolta la chiamata a fecondare la realtà  contemporanea, dando anima al mondo, rispondendo alla vocazione di testimoniare con un impegno concreto l’amore di  Dio per ogni uomo.

Un piccolo aperitivo “insacchettato” è stato, infine, l’occasione per scambiare due parole in fraternità.

Il pomeriggio di giochi per elementari, medie e superiori ha chiuso una giornata di festa per tutta la comunità  salesiana.

Per chi volesse vedere le foto e i video della giornata clicchi qui sotto:
a

Tutte le foto e i video del Carnevale 2020

Domenica 23 febbraio si è svolta per le vie del centro la 41° edizione della sfilata di Carnevale, che coinvolge parrocchie della città di Cuneo e dintorni.

Il tema proposto per sviluppare il carro e i costumi è stato la Musica. Grazie al soggetto così libero, i 22 oratori partecipanti hanno potuto sbizzarrirsi e spaziare tra i generi musicali più recenti fino ai classici degli anni ’70 e ’80, partendo da “Grease” e “Dirty Dancing” e giungendo ad “Alvin e i Chipmunks” ed ai “Pinguini Tattici Nucleari”.

La giuria era costituita, come da regolamento, da un membro per ogni parrocchia, e ha decretato vincitori i costumi di Spinetta e Roata Canale “La vita è Musica, scelgo io come ballare!” e il carro di Madonna delle Grazie, Bombonina e Tetti Pesio “Singin’ in the Oltregess”.

Anche i Sale hanno immancabilmente partecipato, travolgendo il pubblico con la propria energia e coinvolgendolo con balli, musica e coreografie. Con il tema “Hippie per un giorno con i Sale tutt’intorno“, hanno ottenuto un sesto posto per i costumi e un terzo posto per il carro.

La giornata è stata ricca di proposte, dai balli di gruppo al termine della messa delle 10.30, al pranzo insieme ai Sale, dalla sfilata alla merenda insieme in oratorio, il tutto condito da gioia, allegria e tanto divertimento per tutti.

 

Serata delle medie! 11 gennaio 2020

Sabato 11 Gennaio i ragazzi delle medie hanno partecipato alla consueta Serata Medie invernale, a tema “Il Collegio” (reality show televisivo in onda su Rai 2), organizzata dagli animatori dell’equipe del Teen Sunday. Ognuno era stato caldamente invitato a presentarsi vestito come se fosse in un vecchio collegio degli anni ’80, proprio come nel reality. Dopo una cena in allegria e amicizia, i ragazzi hanno dovuto affrontare diverse prove a squadre, ognuna relativa a una materia scolastica, per aggiudicarsi la vittoria finale con i voti più alti. I ragazzi hanno apprezzato la scelta del dress code, presentandosi tutti vestiti in tema collegiale, e hanno affrontato le sfide con grande partecipazione ed entusiasmo. A fine serata, Daniel ha guidato la preghiera della buonanotte, per concludere la serata all’insegna della formazione salesiana.

Ecco a voi le foto della serata delle medie!

Festa di don Bosco – giochi in oratorio e scambio figurine

Domenica 26 Gennaio abbiamo festeggiato don Bosco, patrono della nostra Parrocchia. La giornata è stata ricca di eventi, a partire dalla messa con l’ispettore dei Salesiani don Enrico Stasi (le foto della messa sono tra gli eventi del gennaio salesiano), pizzette per tutti dopo messa e un pomeriggio di giochi organizzati per i bambini delle elementari e i ragazzi delle medie. A seguire, per chi voleva, il film Pinocchio al cinema/teatro don Bosco. Il giorno prima c’è stato in oratorio il consueto scambio di figurine.

Ecco a voi le foto dei giochi e dello scambio di figurine!

Gennaio Salesiano e messa di don Bosco 2020 – tutte le foto

Il gennaio salesiano 2020 è ormai alle spalle, ma sono forti le emozioni e gli stimoli che abbiamo ricevuto grazie alle interessanti testimonianze di Mauro Berruto, Johnny Dotti, don Enrico Stasi e don Mauro Mergola. Ognuno di loro ci ha aiutato ad apprezzare un aspetto del carisma di don Bosco e ci ha stimolato a rafforzare la nostra testimonianza ad essere buoni cristiani e onesti cittadini per essere felici nel tempo e per l’eternità. Nel link che trovate in fondo all’articolo, potrete scorrere le foto di tutti questi appuntamenti.

Mauro Berruto ci ha condotto in un viaggio in cui abbiamo visto Jury Chechi sfidare Yves Klein oppure Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis comporre poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra: uno spazio in cui ogni individuo può esprimere il proprio talento e costruire il proprio personale capolavoro; un viaggio pieno di emozioni verso “Itaca”, meta di chi sogna di vincere una medaglia, di dipingere un’opera d’arte, conquistare una quota di mercato oppure, semplicemente, di poter dare il meglio di sé in ogni occasione.

Johnny Dotti ci ha stimolato, a partire dalla sua esperienza e dalle sue scelte di vita, a rileggere il nostro ruolo in quanto battezzati nel mondo (ma non “del mondo”!), ricordandoci che l’educazione è uno dei pochi spazi di umanità rimasti, ed è evidente che se le persone non si daranno una mano a riconquistarlo, digitale e tecnologia lo occuperanno e si porteranno via tutto il tempo di significato dei nostri figli.

Domenica 26 gennaio abbiamo celebrato solennemente la festa di San Giovanni Bosco con la Santa Messa delle 10,30 presieduta dal nostro Ispettore don Enrico Stasi. A breve scadrà il suo mandato, lo ringraziamo per questi anni di servizio come padre di tutti i salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta e per il bene speciale che ha voluto alla comunità di Cuneo.

Infine, venerdì 31 gennaio, festa liturgica di San Giovanni Bosco, dopo un assaggio (anzi, più di uno!) della ormai famosa “pastorale gastronomica” messa in atto nella tradizionale cena dei collaboratori, il nostro direttore e parroco don Mauro ci ha aiutato a rileggere, traendo spunto dalle parole del Rettor Maggiore e dalla sua decennale esperienza torinese, come qui ed ora don Bosco sia più che mai attuale, suggerendo alcune linee operative perché i suoi sogni possano diventare realtà di bene per i giovani cuneesi.

 

Campo Invernale a Prea 2019

Con l’arrivo delle vacanze di Natale, nei giorni dal 27 al 30 dicembre, i giovani dell’oratorio hanno avuto la possibilità di trascorrere delle giornate di svago e di condivisione a Prea, piccolo paesino montano nelle valli monregalesi.

Tra svago, gioco e ricerca della neve vi è stata la possibilità di rafforzare alcune amicizie creare nuovi legami, in semplicità e allegria sono state svolte anche le “faccende” della vita quotidiana, dai pasti alle pulizie.

Nella semplicità della condivisone sono stati vissuti anche i momenti di preghiera e riflessione come la messa e la buonanotte, durante i quali vi è stata la possibilità di conoscere meglio la realtà della nuova comunità salesiana in Lituania nel quale inizierà il suo servizio missionario don Alexis.

L’attività principale programmata per queste giornate prevedeva di sfruttare al massimo la neve tra lo sci e le scivolate con il bob, ma data l’assenza della materia prima queste attività sono state un po’ limitate… Ciò non ha però rovinato l’atmosfera del gruppo che tra passeggiate, giochi di società e uscite sulle piste di Prato hanno permesso ai ragazzi di divertirsi!

 

Ecco a voi le foto!

 

Concerto spirituale del Coro Rallegriamoci

Ecco a voi le foto del concerto spirituale in preparazione al Natale del Coro Rallegriamoci che si è tenuto in Parrocchia il 22 Dicembre 2019

 

Serata Biennio e Triennio -14 dicembre 2019

On line le foto della serata per i giovani dei gruppi Biennio e Triennio dello scorso 14 dicembre, a tema “Italiano medio”!

 

Abbiamo scherzato, riso e giocato muovendoci nel contesto dei luoghi comuni sugli italiani: la gestualità, il comportamento in spiaggia, la nostra incapacità di fare una fila ordinata nei luoghi pubblici e altre situazioni simili; per poi concludere con un momento di preghiera finale chiedendo al Signore nell’adorazione il dono di una vita non mediocre sull’esempio del Beato Alberto Marvelli.

 

Un grazie di cuore a tutti gli animatori che hanno preparato brillantemente la serata e alla cuoche che ci hanno regalato una cena tipicamente italiana in apertura di serata!

#mediocrimai

 

 

Tutte le foto della festa di inizio anno pastorale!

Grande festa ai Sale domenica scorsa 13 ottobre, e nelle foto (che partono con la preparazione dei tavoli del mattino e finiscono con i tornei del pomeriggio) avete tutti gli ingredienti che hanno dato sapore a questa bellissima giornata: Santa Messa, mandato educativo, proposta pastorale, raviolata, gonfiabili, giochi, divertimento, emozione, famiglia, amicizia, canti, balli, bimbi, giovani, adulti, servizio, corresponsabilità, a-posto-lì, #puoiesseresanto, #lìdovesei e…ognuno può aggiungere quello che ha vissuto in prima persona!

 

 

staff