Carnevale dei ragazzi 2020: una festa a suon di musica!

Sono aperte le iscrizioni per partecipare con i Sale alla quarantunesima edizione del Carnevale dei Ragazzi. Ecco qui tutte le informazioni:

Quando? Domenica 23 febbraio

Programma della giornata

10.30 Messa (a seguire balli e allegria in cortile)

12.00 pranzo (l’oratorio prepara la pasta, ognuno si porta il resto da casa)

12.45 indossiamo i costumi e ci prepariamo

13.30 partenza dall’oratorio

Dove mi posso iscrivere? Nella segreteria dell’oratorio, entro domenica 16 febbraio (è molto importante: si prendono le misure per il costume!)

Quanto costa? 5 €, che comprendono il costume e la pasta che sarà offerta per il pranzo della domenica

Attenzione: in sfilata non sono ammessi bambini o adulti senza costume.

Quindi, cosa aspettate?

CARNEVALE FA SEMPRE RIMA CON SALE!

Gennaio Salesiano e messa di don Bosco 2020 – tutte le foto

Il gennaio salesiano 2020 è ormai alle spalle, ma sono forti le emozioni e gli stimoli che abbiamo ricevuto grazie alle interessanti testimonianze di Mauro Berruto, Johnny Dotti, don Enrico Stasi e don Mauro Mergola. Ognuno di loro ci ha aiutato ad apprezzare un aspetto del carisma di don Bosco e ci ha stimolato a rafforzare la nostra testimonianza ad essere buoni cristiani e onesti cittadini per essere felici nel tempo e per l’eternità. Nel link che trovate in fondo all’articolo, potrete scorrere le foto di tutti questi appuntamenti.

Mauro Berruto ci ha condotto in un viaggio in cui abbiamo visto Jury Chechi sfidare Yves Klein oppure Muhammad Ali e Kostantinos Kavafis comporre poesie, perché atleti, artisti e poeti fanno parte della stessa squadra: uno spazio in cui ogni individuo può esprimere il proprio talento e costruire il proprio personale capolavoro; un viaggio pieno di emozioni verso “Itaca”, meta di chi sogna di vincere una medaglia, di dipingere un’opera d’arte, conquistare una quota di mercato oppure, semplicemente, di poter dare il meglio di sé in ogni occasione.

Johnny Dotti ci ha stimolato, a partire dalla sua esperienza e dalle sue scelte di vita, a rileggere il nostro ruolo in quanto battezzati nel mondo (ma non “del mondo”!), ricordandoci che l’educazione è uno dei pochi spazi di umanità rimasti, ed è evidente che se le persone non si daranno una mano a riconquistarlo, digitale e tecnologia lo occuperanno e si porteranno via tutto il tempo di significato dei nostri figli.

Domenica 26 gennaio abbiamo celebrato solennemente la festa di San Giovanni Bosco con la Santa Messa delle 10,30 presieduta dal nostro Ispettore don Enrico Stasi. A breve scadrà il suo mandato, lo ringraziamo per questi anni di servizio come padre di tutti i salesiani di Piemonte e Valle d’Aosta e per il bene speciale che ha voluto alla comunità di Cuneo.

Infine, venerdì 31 gennaio, festa liturgica di San Giovanni Bosco, dopo un assaggio (anzi, più di uno!) della ormai famosa “pastorale gastronomica” messa in atto nella tradizionale cena dei collaboratori, il nostro direttore e parroco don Mauro ci ha aiutato a rileggere, traendo spunto dalle parole del Rettor Maggiore e dalla sua decennale esperienza torinese, come qui ed ora don Bosco sia più che mai attuale, suggerendo alcune linee operative perché i suoi sogni possano diventare realtà di bene per i giovani cuneesi.

 

COSA SUCCEDE E PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA SALE ACADEMY

Proseguono, dopo la pausa natalizia, i corsi della Sale Academy.

Purtroppo non è stato possibile dare inizio al corso di danza/ballo a causa di un infortunio occorso alla nostra insegnante Francesca a cui rinnoviamo tutti i nostri più sinceri auguri e quindi… arrivederci al prossimo ottobre.

 

Ecco i prossimi appuntamenti importantissimi per la Sale Academy:

Sabato 8 febbraio: seconda edizione della “SALE ACADEMY in FESTA” a cui parteciperanno maestri, allievi e familiari a partire dalle 19 nei locali dell’oratorio. Nel programma cena, film, allegria e preghiera il tutto fino alle ore 23.00 ca.

Domenica 8 marzo: “L’ACADEMY AI SALE”. Per gli allievi abbiamo organizzato una giornata di full-immersion in oratorio e con l’oratorio a loro disposizione per suonare, giocare e stare insieme:

o si inizia alle 10.30 con la S. Messa durante la quale alcuni allievi parteciperanno attivamente alla celebrazione suonando i loro strumenti, aiutando quindi l’assemblea nella preghiera cantata; a seguire, prima del pranzo al sacco, giochi liberi e nel pomeriggio laboratori di musica e tanto altro con termine previsto entro le ore 18.00.

 

Nel frattempo i maestri stanno definendo nei dettagli il programma dello spettacolo di fine corsi che quest’anno sarà domenica 7 giugno sempre alle ore 20.45.

Quindi sarà un susseguirsi di eventi bellissimi che aiuteranno i nostri ragazzi e le nostre ragazze a ricordarsi che insieme al loro corso c’è un’intera “Accademia” con altri strumenti e attività artistiche, e di seguito a sentirsi tutti insieme parte viva del nostro Oratorio che ci accoglie e che offre anche attraverso la musica e l’Arte occasioni di crescita umana e spirituale.

Alla prossima!!!!!!

Lo staff

Festa di don Bosco 2020 – Programma

Venerdì 24 gennaio

19,00 Rosario, a seguire pizzata per i giovani

21,00 “Educarci ad educare” – Incontro con Johnny Dotti in teatro

 

Sabato 25 gennaio

15,00 Scambio di figurine in oratorio (di qualsiasi genere: Calciatori Panini, Adrenalyn, Cucciolotti e altre collezioni)

16,00 Coro Rallegriamoci

21,00 Adorazione Eucaristica guidata dai giovani (a seguire cioccolata calda e gioco insieme!)

 

Domenica 26 gennaio

10,30 Messa Solenne (presiede l’Ispettore don Enrico Stasi)

14,30 Giochi per elementari e medie

17,30 Film “Pinocchio” al cinema (4 euro per chi ha giocato!)

 

Venerdì 31 gennaio

18,30 Santa Messa

19,30 Cena dei collaboratori (iscrizioni nelle segreterie di oratorio e parrocchia)

21,00 “Don Bosco oggi” – Incontro con don Mauro Mergola in teatro

Campo Invernale a Prea 2019

Con l’arrivo delle vacanze di Natale, nei giorni dal 27 al 30 dicembre, i giovani dell’oratorio hanno avuto la possibilità di trascorrere delle giornate di svago e di condivisione a Prea, piccolo paesino montano nelle valli monregalesi.

Tra svago, gioco e ricerca della neve vi è stata la possibilità di rafforzare alcune amicizie creare nuovi legami, in semplicità e allegria sono state svolte anche le “faccende” della vita quotidiana, dai pasti alle pulizie.

Nella semplicità della condivisone sono stati vissuti anche i momenti di preghiera e riflessione come la messa e la buonanotte, durante i quali vi è stata la possibilità di conoscere meglio la realtà della nuova comunità salesiana in Lituania nel quale inizierà il suo servizio missionario don Alexis.

L’attività principale programmata per queste giornate prevedeva di sfruttare al massimo la neve tra lo sci e le scivolate con il bob, ma data l’assenza della materia prima queste attività sono state un po’ limitate… Ciò non ha però rovinato l’atmosfera del gruppo che tra passeggiate, giochi di società e uscite sulle piste di Prato hanno permesso ai ragazzi di divertirsi!

 

Ecco a voi le foto!

 

Don Osvaldo: un cuneese messicano

Dopo 20 giorni a Cuneo, Don Osvaldo Gorzegno ritorna in Messico nella sua attività missionaria salesiana. Ha condiviso con noi questo tempo natalizio, ci ha aiutato a conoscere la presenza di Don Bosco e la missione della Chiesa in Messico.  Nell’incontro di lunedì 13 gennaio ci ha raccontato la sua esperienza missionaria iniziata 51 anni fa e ha presentato alla comunità la spiritualità, la storia e la devozione alla Vergine di Guadalupe.  Ti ringraziamo per la tua presenza, per la tua passione e la tua testimonianza gioiosa. Ci sentiamo uniti a lui insieme con tutti i missionari Salesiani partiti da Cuneo attraverso la preghiera, la solidarietà e l’impegno a sostenere coloro che da questa terra stanno portando il Vangelo nei paesi più lontani.

IL BATTESIMO DEL PROPRIO BIMBO: UN’OCCASIONE DI RIPRENDERE IL CAMMINO DI COMUNITÀ IN FAMIGLIA

Domenica 12 Gennaio, festa del Battesimo di Gesù, la parrocchia dei Salesiani ha accolto nella comunità il piccolo Raffaele e ha festeggiato i bambini battezzati nel corso del 2019.

Una bella occasione di incontro e di festa che ha visto la partecipazione di tantissime famiglie. Dopo la gioiosa celebrazione le famiglie sono state invitate a conoscere il progetto Gattonando con Dio, uno spazio di condivisione e confronto dedicato ai genitori di bambini da 0 a 6 anni.

Le famiglie hanno potuto fermarsi a riflettere: che cosa ha risvegliato in noi genitori il battesimo del mio bambino? Come l’ho vissuto con il passare del tempo? In me è cresciuto o cambiato qualcosa?

È stato un incontro bello e partecipato, è emersa la voglia di far parte della comunità, il piacere di sentirsi accolti e compresi.

Fermarsi a riflettere, in questa società perennemente in movimento, non è scontato ed è estremamente importante: è stato bello vedere la voglia di sentirsi parte della comunità ed è stato di forte stimolo ascoltare alcuni genitori condividere con gli altri che il battesimo del proprio cucciolo ha risvegliato in loro il desiderio di vivere la vita di comunità in famiglia.

Il progetto Gattonando con Dio

11 e 12 gennaio – Da Auxilium San Luigi – “Un weekend di nuovo insieme”

Nel weekend del battesimo del Signore (11-12 gennaio) la squadra dell’Auxilium di San Luigi Torino, appartenente all’associazione sportiva dilettantistica dell’oratorio Santissimi Pietro e Paolo sita nel quartiere San Salvario di Torino, è stata ospitata presso l’oratorio Salesiano Don Bosco di Cuneo il cui direttore è il parroco don Mauro Mergola, recentemente insediatosi e proveniente proprio dallo stesso complesso ecclesiastico Torinese.

Nella giornata di sabato, dopo il trasferimento in treno da Torino a Cuneo, la squadra ha visitato il complesso religioso cuneese e nel pomeriggio ha svolto una partita amichevole di allenamento con la squadra della struttura ospitante.
Il team che ha giocato in casa, dopo aver subito un risultato parziale negativo nel primo tempo, é poi riuscita a recuperare e ad ottenere un risultato finale positivo a suo favore; la partita è stata condotta con spirito agonistico ma rispettoso sia nei confronti dell’avversario che del direttore di gara.
La serata é poi proseguita alternando momenti di riflessione a giochi di gruppo, una cena in pizzeria ed una passeggiata per il centro cittadino.
Nella giornata di domenica la squadra ha partecipato alla messa per il battesimo, un pranzo preparato presso le ospitali strutture e con le indicazioni del gradevole personale volontario dell’oratorio ed un altro momento di riflessione da cui sono emersi i seguenti punti:
– il piacere di aver passato due giorni con i propri amici
– essersi divertiti sia durante il gioco che nello stare assieme al gruppo
– consapevolezza nell’aver rafforzato l’unione con il gruppo riconoscendo alcuni di aver aderito all’iniziativa per obbligo morale ma che poi sono stati molto contenti per aver partecipato
– constatare la presenza di tanti bambini felici all’interno dell’oratorio, luogo riscontrato un posto molto accogliente ed ospitale
– nei confronti di don Mauro il piacere di incontrarsi e la sua soddisfazione nel constatare che i ragazzi stanno crescendo bene nel fare cose buone insieme.
Nel primo pomeriggio la squadra ha salutato il parroco con la promessa reciproca di volersi rivedere presto.

Basket: Acaja Vs Auxilium 51-54!!

AUXILIUM, INIZIA BENE L’ANNO NUOVO E VINCE ANCHE A FOSSANO

Venerdì 10 è tornata in campo l’Auxilium nel capionato di basket CSI categoria Juniores, con il suo primo impegno del 2020 per giocare un’insidiosa e difficile trasferta a Fossano nella palestra dell’Acaja Basket School.
La lunga pausa per le festività si fa sentire nelle gambe e nella testa dei ragazzi allenati dai coach Rocchia e Ramondetti, così nelle prime battute del match, i gialloblu non riescono a trovare fluidità nelle giocate offensive, sbagliando anche conclusioni facili sotto canestro. Fortunatamente la difesa lavora bene e riesce a contenere gli attacchi della squadra di casa. La partita procede così in un sostanziale equilibrio tra le due compagini fino alle fasi finali del secondo quarto, quando, con un’improvvisa fiammata piena di grinta e agonismo (oramai una prerogativa dei nostri ragazzi), l’Auxilium piazza un parziale di nove a zero, che manda le due compagini all’intervallo lungo, con i gialloblu in vantaggio di 11 punti (20-31).
Il terzo quarto inizia con un sostanziale equilibrio ma, dopo alcuni minuti, i meccanismi offensivi e difensivi dell’Auxilium si inceppano e i ragazzi dell’Acaja sono bravi ad approfittarne e a raggiungere il pareggio sul 36 pari. Il time out, prontamente chiamato da coach Rocchia, scuote i gialloblu, che riprendono a macinare gioco trovando nuovamente il fondo della retina e a difendere con la giusta aggressività, chiudendo così il terzo quarto in vantaggio di sei punti (38-44). L’ultimo quarto viene gestito con più attenzione e l’Auxilium riesce a conservare, fino al suono della sirena, il prezioso vantaggio accumulato, nonostante il volenteroso tentativo di recupero da parte dell’Acaja, che lotta fino all’ultimo secondo.
Il risultato finale (51-54) premia così nuovamente la squadra cuneese che, nonostante alcuni comprensibili momenti di pausa, riesce a fornire un’ottima prova di squadra con il prezioso e fondamentale contributo di tutti gli elementi scesi sul parquet.
Appuntamento a Cuneo sabato prossimo, 18 gennaio alle ore 15 presso il Palauxilium per la partita contro i Gators di Racconigi. Forza Auxilium!

Resoconto della Novena di Natale 2019

“Natale non si aspetta come si aspetta il bus.   Natale si prepara!…….”

Con queste parole iniziava ogni giorno la novena che dal 16 al 23 dicembre abbiamo vissuto in parrocchia con i ragazzi del catechismo, dell’oratorio e con quanti hanno potuto dedicarsi del tempo, per prepararsi a fare Natale nel proprio cuore.

Ogni giorno un brano della parola di Dio tratto dal Vangelo di Luca e Matteo o del Profeta Isaia ci ha introdotti nel mistero di un Dio che si fa uomo per noi.

Ogni giorno è stato dedicato ad una parola: perdono, responsabilità, condivisione, servizio, gioia, luce; introdotte da un racconto e una riflessione di don Mauro e poi appese all’altare su una stella. Un simbolo per ogni parola è stato lasciato sul presbiterio: una brocca d’acqua, delle matite colorate, un cesto di pane, un grembiule, un grappolo d’uva, una vecchia lampada. Mentre ai piedi dell’altare si componeva un piccolo presepe con Maria e Giuseppe, gli angeli, l’asino e il bue, i pastori con le pecore e infine Gesù bambino.

Ogni giornata si concludeva con la consegna di una strisciolina di cartoncino colorato, con una frase da appendere all’albero e condividere in famiglia, per continuare a portare in cuore il messaggio che insieme abbiamo approfondito.