Cari nonni, care nonne, cari anziani…

Prima Giornata mondiale dei nonni e degli anziani.

Domenica 25 luglio, memoria dei santi Gioacchino ed Anna, si celebrerà la Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, indetta da papa Francesco.

“Io sono con te tutti i giorni” (cfr Mt 28,20) è la promessa che il Signore ha fatto ai discepoli prima di ascendere al cielo e che oggi ripete anche a te, caro nonno e cara nonna, caro anziano. A te. “Io sono con te tutti i giorni” sono anche le parole che da Vescovo di Roma e da anziano come te vorrei rivolgerti in occasione di questa prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani: tutta la Chiesa ti è vicina – diciamo meglio, ci è vicina –: si preoccupa di te, ti vuole bene e non vuole lasciarti solo (dal messaggio di papa Francesco).

Si invitano i parroci a dedicare a questa Giornata una delle messe domenicali, sicuri che ognuno, con creatività pastorale, troverà il modo per celebrarla nella maniera più adatta al proprio contesto.

 

Nel messaggio per la prima Giornata mondiale dei nonni e degli anziani, che sarà celebrata il 25 luglio, papa Francesco spiega che gli angeli consolatori hanno il volto di nipoti, familiari e amici, e ribadisce che la vocazione della Terza Età è “custodire le radici , trasmettere la fede ai giovani e prendersi cura dei piccoli”