Auxilium Gara ad Omegna

«Avete fatto la storia della ginnastica ritmica della nostra Auxilium Cuneo». Con queste parole il presidente Marco Dutto ha voluto complimentarsi con le 7 ginnaste e le loro allenatrici per gli splendidi risultati ottenuti nella gara regionale AICS che si è tenuta ad Omegna domenica 10 aprile. Si è trattato della prima gara in assoluto non solo per le nostre atlete, ma anche per la società Auxilium, che dal 1956, anno della sua fondazione, non aveva mai potuto vantare una propria squadra agonistica di ginnastica ritmica.

Sicuramente ad Omegna si è realizzato il sogno in cui la società e le allenatrici, in primis, hanno creduto da ormai parecchi anni.

É indubbio, infatti, che lo sport, specie se a livello agonistico, sia una componente importante della vita di una persona. Permette di divertirsi, di imparare, di rispettare delle regole, di migliorare le proprie capacità, di socializzare e di crescere abituandosi a gestire le difficoltà.

La ginnastica ritmica è uno sport che come gli altri vanta tutti questi benefici. Si presenta come uno sport sia individuale che di squadra. Le ginnaste possono quindi gareggiare sia da sole sia in gruppo con le proprie compagne.

La ritmica si caratterizza per l’uso dei piccoli attrezzi: la palla, il cerchio, la fune, il nastro e le clavette. Inoltre le più giovani possono presentare esercizi a corpo libero e cioè con salti, giri, equilibri, acrobatica eseguiti senza alcun attrezzo.

L’Auxilium Cuneo può vantare due diversi corsi: il corso base che si allena 1 volta a settimana per 2 ore, in cui le ginnaste dalla prima elementare alla prima media si approcciano per la prima volta a questo sport e il corso avanzato con atlete dai 10 ai 12 anni che si allenano 2 giorni a settimana, per un totale di 4 ore.

In queste quattro ore settimanali le ginnaste studiano il maneggio degli attrezzi, eseguono esercizi di flessibilità e scioltezza, si cimentano nel provare diversi salti e giri, così come richiesti dal Regolamento e dal Codice dei Punteggi Nazionale di Ginnastica Ritmica. Da quest’anno, inoltre, al fine di migliorare la postura e l’atteggiamento del corpo, nonché l’artisticità degli esercizi, le ginnaste frequentano anche un’ora di danza classica.

Tutto questo viene fatto con passione, dedizione, sacrificio così da poter arrivare alle gare il più preparate possibile e al fine di presentare ai giudici degli esercizi che ripaghino tutti gli sforzi fatti e perché no, anche di mettersi al collo delle medaglie.

Nell’accompagnare le ginnaste verso questa meta le allenatrici non perdono mai di vista un aspetto fondamentale, tipico e proprio dello spirito salesiano: il sistema preventivo. Lo stesso viene messo costantemente in pratica anche in palestra, dove ogni bambina è seguita in primis come persona in crescita e successivamente come atleta. Le allenatrici rispettano i tempi di ogni loro ginnasta e aiutano loro nel processo di crescita non soltanto sportiva, ma anche e soprattutto personale.

Il percorso agonistico scelto è stato considerato ideale per questo percorso proprio in virtù dei valori e dei principi messi in gioco.

Ma preparare e partecipare a delle gare di ginnastica ritmica richiede tempo, spazi e parecchi fondi. Requisiti che hanno sempre spinto a considerare questo progetto un obiettivo complicatissimo, a tratti impossibile. La tenacia delle allenatrici e delle ginnaste, però, lo ha finalmente reso possibile.

Dopo anni di progettazione e mesi di allenamento ostacolati dall’emergenza sanitaria, le 7 atlete del corso avanzato si sono recate con le loro allenatrici e alcuni genitori ad Omegna (VB) dove hanno disputato la loro prima gara portando a casa eccellenti e inaspettati risultati.

Come da regolamento le ginnaste sono state divise in 2 categorie in base all’età: le più piccole hanno gareggiato nella categoria “Giovani”, mentre le più grandi in quella delle “Allieve”. In totale sono scese in pedana quasi un centinaio di atlete di diverse società della regione Piemonte!

Per l’Auxilium, nella prima categoria Anna Barbero, Alice Demarchi e Kejsi Gjini hanno presentato un bellissimo esercizio di squadra che è valso una fantastica medaglia d’argento!

La categoria “Allieve” ha, invece, visto protagoniste Virginia Mirarchi, Eleonora Porcedda, Martina Ugo e Ginevra Vercellone. Anche loro hanno condotto un buon esercizio di squadra portando a casa un brillante quinto posto.

Ognuna di loro, inoltre, ha presentato un esercizio individuale con l’attrezzo richiesto dalla categoria di appartenenza: per le “Giovani” Anna e Kejsi hanno eseguito un esercizio a corpo libero arrivando rispettivamente decima e ventottesima, mentre Alice ha portato un buon esercizio alla palla posizionandosi diciassettesima.

Nella categoria “Allieve” Martina e Ginevra hanno presentato entrambe un esercizio alla palla conquistando un ottavo e un buon decimo posto, mentre Eleonora e Virginia hanno gareggiato con il cerchio conquistando ben 2 medaglie, rispettivamente d’argento e di bronzo. Due esercizi di elevatissima fattura che hanno portato le nostre atlete a salire sul podio lasciando dietro di loro decine e decine di altre ginnaste.

Nella loro primissima gara le nostre atlete hanno presentato ben 9 esercizi di elevata nota tecnica ed eseguiti in maniera impeccabile!

Ancora complimenti e soprattutto grazie alle nostre atlete, alle loro allenatrici, ai genitori che hanno sempre fornito il loro supporto e alla società Auxilium, in persona del presidente Marco Dutto, per averci creduto tutti assieme! Avete realizzato un sogno!