L’ARMINUTA

(Italia, 2021, Drammatico, 110 min)

Estate 1975. Una ragazzina di tredici anni viene restituita alla famiglia cui non sapeva di appartenere. All’improvviso perde tutto della sua vita precedente: una casa confortevole e l’affetto esclusivo riservato a chi è figlio unico venendo catapultata in un mondo estraneo, una realtà rurale e ancora arcaica. Uno straniamento in cui l’Arminuta, ossia la ritornata, dovrà attraversare il senso di abbandono per arrivare a scoprire quello di appartenenza. Tratto dal romanzo bestseller di Donatella Di Pietrantonio vincitore del Premio Campiello 2017. Una storia intensa ed estrema che ha conquistato i lettori facendoli immedesimare in una ragazza che con rabbia e coraggio elabora dentro di sé il significato del rapporto genitori-figli, della maternità, dell’amore e dell’abbandono.

Giuseppe Bonito prosegue con rigore e con grande efficacia il suo percorso di indagine sulle dinamiche familiari.

Bonito sa costruire la narrazione intersecando con maestria due piani. Chi quegli anni li ha vissuti può infatti ritrovare il clima sociale di un’Italia che dopo il boom economico degli anni ’60 viaggia a due velocità. La borghesia piccola e media ha trovato un suo assestamento economico in gran parte con l’urbanizzazione mentre in ambito rurale, in alcune aree del Paese, persiste una pesante arretratezza.

È su questa base che si sviluppa la vicenda dell’arminuta che al contempo si radica in quella realtà ma si estende anche a condizioni e costrizioni che purtroppo sussistono nel presente.

Troppi minori ancora oggi vengono spostati “come pacchi”, come dice la protagonista, da una famiglia biologica ad un affido per poi magari passare ad un altro per poi fare ritorno al nucleo originario. Nel film di Bonito succede per decisioni prese all’epoca in sede privata; oggi, talvolta, per sentenze che di tutto tengono conto tranne che della condizione psicologica di coloro che ne sono oggetto
(Fonte: mymovies.it)

Il film è proposto nel ciclo CINEMA FAMILY: film da vedere “in famiglia”, immersi nella magia della Sala Cinematografica, per farsi trasportare tutti insieme da storie appassionanti, ricche di spunti per un dialogo costruttivo che può continuare a casa.

Il film è adatto a ragazze e ragazzi dai 13 anni in su

  • Orari Proiezioni

    SABATO 27 | ore 18.30 – 21.00

    DOMENICA 28 | ore 18.30

  • Prezzi Cinema

    Ingresso singolo: prezzo unico € 4,50

    Tessera da 10 ingressi: € 35,00

    La tessera, seppur nominativa, è utilizzabile “dal portatore” anche per più ingressi contemporanei in qualunque spettacolo del fine settimana

  • Orari biglietteria

    La sala apre 30 minuti prima prima dell’inizio degli spettacoli.

    Si consiglia di arrivare con anticipo per svolgere le operazioni di ingresso e tracciamento secondo le disposizioni anti covid-19

    Per l’ingresso è necessario esibire il green pass valido per tutte le persone per cui è previsto dalla normativa vigente.