Benvenuta Suor Ivana nella nostra comunità!

Giovedì 27 agosto alle 16,30 ha fatto il suo ingresso suor Ivana Milesi, nuova direttrice della comunità delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Accompagnata da suor Emma Brigandi, nuova ispettrice, da suor Elide Bongiovanni, ex ispettrice e da suor Anna Torre, nuova vicaria dell’Ispettrice e incaricata dei cooperatori, suor Ivana ha iniziato il suo ministero di animatrice con la preghiera e la consegna delle chiavi. Suor Emma, prima, e suor Ivana, dopo, hanno ringraziato la nostra comunità per la bella e inaspettata accoglienza rappresentativa di tutte le realtà del Galimberti e dei Sale. A suor Ivana il nostro benvenuto e Le auguriamo di potersi sentire bene tra noi e di continuare a fare del Galimberti una bella realtà di famiglia salesiana.

Settembriadi: Ultime News e video sorpresa!

Cari amici dei Sale, ci siamo!

Gli animatori hanno già programmato le due settimane delle Settembriadi e domani (venerdì) inizieremo la sistemazione degli ambienti per permettere ai 130 iscritti di vivere delle giornate belle in allegria, divertimento, amicizia, condivisione e preghiera.
I pomeriggi trascorreranno tra momenti di gioco, momenti di condivisione a partire dagli spunti dei due film a tematica sportiva (come da tradizione) e gare di squadra e individuali. Non mancheranno le premiazioni con le medaglie!
I due venerdì invece saranno dedicati alle gite (non giovedì come scrissi nello scorso avviso, chiedo venia). Il 4 settembre in piscina al parco acquatico Cupole Lido e venerdì 11 settembre in montagna (con destinazione ancora da comunicare).

Grazie alla disponibilità dei numerosi volontari e alla professionalità dei nostri quattro educatori siamo stati in grado di accogliere tutte le domande di iscrizione e ne siamo contenti!

Un ringraziamento speciale va alle nostre mitiche e infaticabili segretarie che armate di tanta disponibilità hanno permesso le iscrizioni nella settimana passata e si renderanno disponibili ancora lunedì 31 e lunedì 7 settembre sempre dalle 16.30 alle 18.30.

 

Che dire? Vi aspettiamo!

 

P.S. ecco un piccolo regalino dall’estate ragazzi. Il video del controinno!

 

Lo staff

Comunicato del Vescovo sul Catechismo dei bambini e dei ragazzi

In molti ci state chiedendo quando ripartiranno le attività legate al catechismo dei bambini e dei ragazzi delle medie nella nostra parrocchia. In tal senso il nostro vescovo Piero ha inviato per tutta la diocesi un comunicato con indicazioni chiare. Il catechismo, come lo abbiamo inteso finora, non partirà prima di Gennaio. Viene garantita l’opportunità ad ogni parrocchia di creare incontri ad hoc per i ragazzi nei mesi di ottobre, novembre e Dicembre. Con le catechiste ci stiamo interrogando su cosa poter fare e come, al più presto vi faremo sapere. Qui di seguito trovate il comunicato ufficiale

Il saluto di Suor Bertilla alla comunità

LA GIOIA DEL DONO ovvero: la gioia di donare quello che siamo

Carissimi tutti: bambini, ragazzi, giovani, famiglie, ex-allieve, ex-allievi, Salesiani Cooperatori, Catechisti, PGDS Auxilium, insegnanti e personale della scuola dell’infanzia ”T.A.Galimberti”, volontari, collaboratori, fratelli Salesiani, Sorelle FMA della mia comunità e tutti voi amici.  Desidero esprimere i miei sentimenti e quanto mi passa nel cuore attraverso una metafora.

Ogni giorno un contadino portava l’acqua in due grosse anfore, che legava alla groppa dell’asino. Un’anfora, vecchia e piena di fessure, perdeva acqua, l’altra, nuova di zecca, non perdeva nemmeno una goccia. L’anfora vecchia si sentiva umiliata e inutile, ormai da buttare.

Un giorno si confidò con il padrone: “Mi sento davvero inutile, tu sprechi  tempo e fatica per colpa mia.  Quando arriviamo al villaggio io sono mezza vuota. Perdona la mia debolezza, le mie ferite”.

Ma il padrone rispose all’anfora: ”Guarda il bordo della strada, com’è bello e pieno di fiori e tutto questo è grazie a te, che ogni giorno lo innaffi senza neanche accorgertiIo ho seminato sementi di fiori lungo i margini della strada e tu ogni giorno li innaffi”. La vecchia anfora quel giorno si sentì piena di gioia perché riconobbe che nella sua povertà poteva fare molto bene agli altri.

Questa metafora esprime bene i miei sentimenti più profondi e più veri in questi giorni che, lentamente, mi preparano al distacco da tutti voi che ho amato intensamente, sinceramente, che ho “servito” con gioia, a volte con più fatica, ma sempre con entusiasmo, con semplicità e con tanto amore.

Le due anfore: mi rivedo nell’anfora nuova nell’anno 1986 quando sono arrivata a Cuneo come insegnante alla scuola materna “T. A. Galimberti” e animatrice  dei giovani nel pre-circolo e circolo all’oratorio dei Sale, con don Michele e tanti indimenticabili animatori. Nel 1991 l’obbedienza mi ha inviata ad Asti responsabile della comunità e della scuola materna “Regina Margherita”……….da allora ho girato il Piemonte sempre come responsabile della comunità, della scuola e dell’oratorio.

Dopo 23 anni l’obbedienza mi ha proposto Cuneo (era l’anno 2014) veramente in quel momento storico ero e lo sono ancora, un’anfora già sgretolata e un po’ bucata……ho fatto presente alla mia superiora le mie difficoltà di salute e ho accettato fidandomi del Signore, della Mamma Maria Ausiliatrice e nella certezza che a Cuneo avrei trovato tanti amici a cui avevo voluto bene e che, certamente, mi avrebbero aiutato. Così è stato. Non faccio nomi ma il mio GRAZIE è immenso come “la Provincia Granda”.

In questi 6 anni, ho cercato di offrire un’amicizia sincera a tutti, ad essere disponibile ed accogliente soprattutto verso i più piccoli ed indifesi.

Ho voluto un grande bene ai bambini che sono sempre stati al centro del mio cuore, dei miei sogni e di tutti i nostri progetti che abbiamo realizzato.

Ho cercato di essere una presenza discreta e costante a cui ciascuno poteva rivolgersi quando lo desiderava o aveva bisogno.

Posso dire di avere amato con CUORE DI MADRE, con tenerezza e con fermezza, cercando di avvicinare le persone all’AMORE MISERICORDIOSO DEL SIGNORE.

Consapevole, anche, dei miei errori, degli sbagli educativi e relazionali invoco la misericordia del Signore ed il vostro perdono.

Ringrazio di cuore tutti, tutti!!!!! Vi voglio bene e non vi dimenticherò mai.

La Madonna sia per me e per voi Madre, Maestra e Guida.

Sr. M.Bertilla    –   Sr Berty

GRAZIE SIGNORE PER LA COMUNITA RELIGIOSA – EDUCATIVA SCOLASTICA – SALESIANA ORATORIANA

O Dio, nostro Padre, ti rendo GRAZIE per questa comunità che mi hai donato: per tutte le Sorelle FMA che sono passate in questi 6 anni, per i bambini, i ragazzi, i giovani, le famiglie, i confratelli Salesiani e per tutte le persone con cui ho condiviso un “pezzo” di storia e di cammino.

Nell’amore, con cui ogni giorno ci accogliamo, ci aiutiamo, ci perdoniamo, ci offri un’immagine della tenerezza con cui Tu hai creato ogni vita e ti prendi cura di ogni persona.

Ti ringrazio perché sei presente nella Parola, nell’Eucaristia, negli esempi di amore fraterno e di donazione che ogni persona mi ha regalato.

La nostra comunità trova nella Trinità un modello e un sostegno per continuare a camminare nell’amore fraterno, nella donazione e nel perdono dato e ricevuto.

Signore fa che la nostra Comunità sia sempre più una famiglia: favorisca l’amicizia fraterna, accolga la collaborazione di tutti, sia attenta a tutti, specialmente ai bambini, alle giovani povere, alle famiglie senza pace, senza affetto, senza lavoro, senza gioia.

Signore fa che la nostra comunità cresca sempre più nella fede in Te, accolga la Parola di Gesù come l’ha accolta Maria, per essere, nella vita di ogni giorno, un Vangelo vivente…disponibili a incontrare, aperti ad ascoltare, capaci di seminare nel cuore dei bambini, delle famiglie, delle giovani, dei giovani il Tuo Amore misericordioso e Materno.   Amen

Ripartono le attività dell’Auxilium

Riparte l’attività sportiva dell’Auxilium Cuneo. Dopo la brusca interruzione in primavera per il lockdown, la società polisportiva dell’oratorio don Bosco si è riorganizzata per la nuova stagione. Con le dovute attenzioni sarà possibile tornare sui campi a giocare, svolgendo le attività in sicurezza. L’Auxilium ha formulato delle proposte che incontrino le esigenze delle famiglie, in modo particolare per gli atleti che lo scorso anno non hanno potuto concludere la stagione agonistica.

Dalla prima settimana di settembre torneranno in campo alla spicciolata e poi via via fino a regime completo tutte le squadre di calcio. Con l’inizio dell’anno scolastico sarà poi la volta della pallavolo e ripartiranno anche le attività del tennis tavolo e della ginnastica ritmica, così come è confermata anche la pallacanestro che quest’anno vedrà giocare al Palauxilium ben due squadre giovanili.

La scuola calcio si rivolge ai bambini dai 5 anni in su, divisi via via in gruppi in base all’età fino alla squadra maggiore della juniores che vede protagonisti i giovani maggiorenni. La pallavolo inizia con i corsi di minivolley per la fascia elementare, sviluppandosi poi nei gruppi under 12, 14, 16 e under 18. Anche la ginnastica ritmica accoglie le bambine della fascia elementare fino alle scuole medie ed al biennio. La pallacanestro invece si rivolge ai ragazzi dai sedici ai vent’anni.

Tra le novità della proposta Auxilium c’è il fitness con i corsi di aerobica e tone up, corpo libero, pilates e Zumba. Si tratta di corsi di ginnastica per adulti, per molti anni amministrati e gestiti direttamente dall’oratorio e che, da quest’anno, si vestono con i colori dell’anima sportiva dell’oratorio. Un passaggio di consegne naturale che porta sotto la direzione della polisportiva le attività di esercizio fisico. La proposta è rimasta la medesima degli anni passati. L’aerobica fa bruciare calorie, migliora la salute del cuore, tonifica i muscoli, diverte ed è davvero adatta a tutti. Agli esercizi di aerobica si alternano anche quelli più specifici di tone up, utili per tonificare i principali gruppi muscolari e migliorare resistenza e coordinazione attraverso un lavoro cardiovascolare, il tutto a ritmo di musica. I corsi si svolgeranno in un ampio salone dell’oratorio, al fine di garantire la corretta distanza tra i partecipanti, il lunedì e il giovedì pomeriggio: tre turni con inizio alle 16.45, 17.45 e 18.45. Il lunedì ed il mercoledì mattina invece, con inizio alle ore 9.30, si terranno i corsi di corpo libero, esercizi di diversi tipi nei quali si utilizza solamente il proprio peso corporeo come resistenza ed azione contro la forza di gravità. Quattro sono le proposte di corsi di pilates, il sistema di allenamento che mira a rafforzare il corpo, a modellarlo, a correggere la postura e a migliorare la fluidità e la precisione dei movimenti. Il lunedì e mercoledì mattina alle 8.30, oppure il mercoledì pomeriggio alle 16.30 e alle 17.30. Infine il mercoledì alle ore 18.30 ci sarà Zumba, con i suoi ritmi e i suoi movimenti della musica afrocaraibica, combinati con i movimenti tradizionali dell’aerobica. Una proposta ampia grazie alla collaborazione con istruttori qualificati. Le lezioni hanno una durata di 50 minuti e per tutti i corsi è possibile scegliere tra diverse formule con una o due sedute alla settimana, anche combinate in più discipline; per Zumba è prevista la formula con tessera ad ingressi. Le attività di fitness inizieranno lunedì 21 settembre e termineranno a fine maggio, seguendo il calendario scolastico. Per questioni organizzative, i corsi sono a numero chiuso e si attiveranno al raggiungimento del numero minimo di partecipanti.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito auxiliumcuneo.org o salecuneo.it, chiamare il numero della segreteria Auxilium 351.5284600 (anche messaggi Whatsapp) o recarsi in sede in via Piero Gobetti 30, nella palazzina vicino alla palestra dell’oratorio, tutti i giorni a partire dalle ore 17, con ingresso dal cortile.

 

Nomina del nuovo Consiglio della CEP

Da alcuni anni la congregazione salesiana chiede ad ogni comunità salesiana di coinvolgere sempre più i laici che hanno compiti di responsabilità nell’opera in un ruolo di animazione e di governo. Nasce così il Consiglio della Comunità Educativa Pastorale: è formato dai salesiani che un ruolo di direzione di tutta l’opera dei Sale che formano il Consiglio della Casa (don Mauro, don Alberto e don Vincenzo) e dai laici nominati dall’Ispettore che hanno ruoli di responsabilità diretta in un settore educativo e pastorale dei Sale. Ci incontriamo una volta al mese, ci confrontiamo sul progetto educativo-pastorale, programmiamo gli eventi fondamentali dell’anno e promuoviamo la formazione comune di tutti i volontari dei Sale affinché condividano il progetto salesiano.
Questo gruppo di lavoro fa sintesi di tutti gli altri consigli dei vari gruppi e associazioni e cerca di facilitare la comunione di ideali, di valori e di scelte operative. Ringrazio coloro i quali hanno dato la disponibilità all’Ispettore per questo servizio importante a tutta l’opera dei Sale.

XXII Domenica del Tempo Ordinario – Matteo 16,21-27

Dal Vangelo secondo Matteo
In quel tempo, 21 Gesù cominciò a spiegare ai suoi discepoli che doveva andare a Gerusalemme e soffrire molto da parte degli anziani, dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e venire ucciso e risorgere il terzo giorno. 22 Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo dicendo: «Dio non voglia, Signore; questo non ti accadrà mai». 23 Ma egli, voltandosi, disse a Pietro: «Va’ dietro a me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini!».
24 Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. 25 Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia, la troverà. 26 Infatti quale vantaggio avrà un uomo se guadagnerà il mondo intero, ma perderà la propria vita? O che cosa un uomo potrà dare in cambio della propria vita? 27 Perché il Figlio dell’uomo sta per venire nella gloria del Padre suo, con i suoi angeli, e allora renderà a ciascuno secondo le sue azioni».

Il passo evangelico della liturgia è la diretta continuazione del brano di domenica scorsa. Sono due parti di un medesimo episodio, che apparentemente presenta due aspetti contrastanti: la fede di Pietro e la sua incomprensione del mistero della Croce; l’autorità affidata a Pietro e il rimprovero rivoltogli da Gesù. Da una parte, la debolezza di Pietro, e dall’altra, il suo essere roccia per la Chiesa. Con questo si vuol dire che Pietro è tale per grazia, in virtù di un’elezione divina, e non per le sue qualità naturali.
Ma nel passo di questa domenica c’è anche dell’altro: l’evangelista vuol farci percorrere un cammino dalla fede in Gesù Messia alla fede nel Figlio dell’uomo sofferente. C’è l’incredulità da parte della folle, ma c’è anche l’incredulità da parte degli stessi discepoli: si può infatti accettare che Gesù sia Messia, ma rifiutare che Egli debba soffrire. Si può confessare che Gesù è Figlio di Dio, e tuttavia non accorgersi che Egli è un Dio crocifisso. Prigioniero ancora della logica degli uomini, il discepolo tenta di impedire che Gesù si conformi alla logica di Dio. E allora Gesù risponde al discepolo con la stessa esclamazione che troviamo nei racconti delle tentazioni: «Dietro di me, satana. Non ragioni secondo Dio, ma secondo gli uomini». In ambedue i casi – nella tentazione come qui nelle parole di Pietro – viene proposta a Gesù una scelta messianica che rifiuta le vie di Dio per percorrere le vie degli uomini.
È chiaro a questo punto che cosa significhi veramente seguire Gesù, l’imperativo che ancora una volta egli ricorda ai suoi discepoli: «Se qualcuno vuol venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua». Rinnegare se stessi significa rinunciare alla propria idea di Dio, per accettare quella di Gesù: non più un Dio glorioso e potente, ma un Dio che si svela nell’amore e nel dono di sé. Ma potremmo anche dire che rinnegare se stessi significa cambiare la logica della propria esistenza: non più una vita vissuta a vantaggio proprio, ma una vita vissuta in dono. È questa fondamentalmente la logica della Croce, sia per Gesù sia per i suoi discepoli.

Torna l’Estate Ragazzi: aperte le iscrizioni per le Settembriadi!

Ecco che dopo alcune settimane di riposo l’oratorio salesiano don Bosco di Cuneo (SaleCuneo) riapre i battenti per accogliere tanti bambini e ragazzi per offrire una nuova esperienza da condividere!

L’Estate Ragazzi ha sorpreso tutti per la sua buona riuscita nonostante le norme restrittive a cui siamo stati sottoposti e il poco tempo a disposizione per la preparazione. Gli animatori e tutti i volontari si sono dimostrati all’altezza della situazione e la gioia ha potuto invadere nuovamente questi cortili. Ora è giunto il momento di riprendere le attività e così da lunedì 31 agosto a venerdì 11 settembre ci sarà la possibilità di frequentare altre due settimane di Estate Ragazzi, le cosiddette “Settembriadi“.

La formula sarà simile a quella dell’Estate Ragazzi, ma sarà possibile partecipare solamente al modulo pomeridiano. Il giovedì invece vivremo una gita di una giornata intera! (Per la gita sarà necessaria un’iscrizione a parte. Giovedì 3 settembre andremo in piscina a Le Cupole Lido e Giovedì 10 settembre andremo in montagna per una camminata).

La segreteria aprirà lunedì 24, martedì 25 e mercoledì 26 agosto, dalle 16.30 alle 18.30. Invitiamo i genitori a completare l’iscrizione con il pagamento in queste giornate.

Per procedere con la domanda di iscrizione invece sarà necessario compilare il modulo on line a questo link. Per chi ha già partecipato alle attività delle settimane scorse il modulo risulta semplificato e ancora più veloce da completare. Vi chiediamo di essere precisi nella compilazione del modulo.

Non aggiungiamo altro. Vi aspettiamo per condividere ancora una volta una bella esperienza insieme all’insegna del gioco, del divertimento, della preghiera e dell’amicizia. Così, come voleva don Bosco!

Lo staff