FAMMI UN FISCHIO CHE CAMBIO IL MONDO

8 dicembre, quel giorno del 1841 cambiò la vita a milioni di giovani, in una chiesa di Torino dedicata a San Francesco d’Assisi don Bosco con una semplice domanda a Bartolomeo Garelli: “sai fischiare” costruisce un nuovo mondo, che consiste nel cercare la minima capacità di un ragazzo per farlo sentire importante.

Questa giornata, noi dei salesiani di Cuneo la viviamo colmi di gioia anche per la sua coincidenza con la festa della Vergine Immacolata, infatti la giornata inizia con una grande e festosa messa dedicata a Maria e animata con molti canti eseguiti dai giovani della sale academy, del coro rallegriamoci e dell’associazione sportiva dell’Auxilium, insieme al coro dei grandi. Dopo l’Eucarestia abbiamo vissuto un momento in teatro dove è stato inaugurato il nuovo sito dell’oratorio in concomitanza con il ricordo, raccontatoci dai giovani, di quel fatidico giorno di 177 anni fa. Infine la mattinata viene sigillata con una Ave Maria come fece don Bosco con il giovane Bartolomeo.

Il pomeriggio si apre prestissimo con i giochi per i giovanissimi, organizzati dal gruppo elementari, dal gruppo medie e dagli animatori del cortile. Le sorprese però non sono finite: infatti per tutti coloro che hanno partecipato alle attività pomeridiane la proposta della visione di “I delitti di Grindelwald”, un film basato sul mondo dei maghi di Harry Potter, nella Sala della Comunità.

La giornata non si conclude qui, ma con la serata organizzata per i giovani delle superiori, ricca di giochi basati sull’ormai prossimo Natale e infine don Alberto saluta tutti con la classica buona notte di don Bosco e le tre ave Maria.

Ricco di felicità e sorprese anche quest’anno l’8 dicembre ai Sale è stato festeggiato come don Bosco comanda.

Lorenzo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *