Consiglio Pastorale Parrocchiale informa

Nella sera di Martedì 4 dicembre si è radunato il Consiglio Pastorale Parrocchiale

Dopo il la preghiera iniziale si è letta la relazione del visitatore straordinario don J.M. Nunez nelle sue parti riguardanti la parrocchia e si è aperta la condivisione-dibattito.

don Alberto si pone la domanda “Come far conoscere all’interno delle nostre mura, e al di fuori, quello che succede ai Sale e quello che si sta facendo.

Vari interventi:

  • Il Sito può essere uno strumento
  • Non è  tanto importante  il desiderio dei laici di conoscere ma dei salesiani di far conoscere
  • Importante rendere partecipi perchè più si conosce e più si apprezza e si desidera dare una mano
  • Proposta di un planning della giornata di tutte le persone coinvolte.
  • Google Calendar: segnare tutte le attività. Oppure un totem dove uno sfoglia.
  • Fare un pieghevole sulle attività e sulla proposta della nostra casa.

 

don Alberto presenta una Sintesi dei temi del Sinodo dei Vescovi sui giovani

l’opportunità interessante di questo sinodo è soprattutto la modalità in cui è stato vissuto il sinodo (oltre al documento finale): una bella novità richiesta dal Papa è stata “dopo ogni cinque interventi  ci dovevano essere tre minuti di silenzio per assimilare la voce dello Spirito che parla ad ognuno”.

altra bella novità, la presenza di 40 giovani al sinodo “dei vescovi”.

Tre fasi, non tre temi ma modalità di procedere

1 – ascolto prima settimana, la più faticosa perché bisognava entrare nelle situazioni, culture, età molto diverse dei partecipanti, ma anche avvicinarsi e conoscersi e sentire la ricchezza delle persone come dono di Dio che dava forma alle riflessioni che nascevano da mondi tanto distanti.

2 – interpretare l’ascolto con i criteri guida e in particolare Gesù è stato un giovane e maggior parte della sua vita l’ha vissuta nella giovinezza e per assurdo sarebbe più facile vivere il cristianesimo da giovani perchè ho il riferimento di Gesù, la Giovinezza percepire la vita come una missione e si porta avanti con discernimento e accompagnamento.

3 – Terza settimana:scelte operative e nessuna genialata nuova  ma continuare a fare con una modalità nuova di stare con loro es. missionarietà e stare con i più bisognosi, spiritualità del quotidiano e stare con i giovani. Chi decide cosa fare? rischio di democraticismo o autoritarismo…il Papa ha dato esempio ascoltando e non si è permesso di aggiungere nulla di obbligatorio. immagini usate: i discepoli di Emmaus, corsa di pietro e giovanni al sepolcro dove giovanni arriva prima e molti vescovi hanno pensato che i giovani hanno diritto di arrivare prima. e terza Maria Maddalena apostola degli apostoli molto presente nella quotidianità della vita degli apostoli e con lei la presenza delle donne.



Riflessione sul nostro tema “Formazione adulti e trasversalità formativa” soprattutto sulla proposta di formazione in quanto “adulti in crescita di fede” più che genitori che hanno problematiche educative che risolvono con un corso; il tema della “trasversalità” formativa.

 

Attivazioni:

Prima domanda: Divisione dei partecipanti in tre squadre (o due a seconda dei partecipanti) e in forma competitiva devono rispondere alla domanda: “negli ultimi dieci anni un evento di formazione adulti a cui ho partecipato” . Hanno 5 minuti di tempo.

Seconda domanda: “Nel 2017 e 2018 quali eventi formativi per adulti ci sono stati all’oratorio e in parrocchia?”

Terza domanda: pensando alla formazione per adulti (intendiamo incontri di “formazione” in cui mi viene proposto un contenuto per me o per i miei figli, da don Luigi Verdi di Romena fatto in teatro, al Gennaio salesiano fino ai Ritiri di Avvento o quaresima. Saltiamo le Messe domenicali e le confessioni)

Quarta domanda: Pensando alla formazione genitori e adulti: “cosa non c’è? – cosa c’è di troppo? – cosa manca?”

La condivisione è stata profonda e partecipata. Ci sarà modo di ritornare sugli argomenti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *